L'Istituto Pascale

Un contributo straordinario, non richiesto e pertanto ancora più prestigioso. La Banca d’Italia ha donato cinquantamila euro al Pascale. Fondi che entrano a sorpresa nelle casse dell’Istituto dei tumori di Napoli. A darne comunicazione al direttore scientifico dell’Istituto dei tumori di Napoli, Gerardo Botti, con una lettera è Il Governatore in persona, Ignazio Visco. La comunicazione del contributo straordinario è arrivata nel tardo pomeriggio di oggi. La donazione, come si legge nella missiva, servirà per sostenere l’attività di ricerca pre-clinica e clinica del più grande polo oncologico del Mezzogiorno. Il direttore generale dell’Irccs, Attilio Bianchi, nel ringraziare la Banca d’Italia dice: <L’attenzione di un Ente tanto prestigioso non solo ci inorgoglisce in quanto dimostra che il lavoro svolto dai nostri ricercatori è ormai riconosciuto a tutti i più alti livelli, ma ci stimola a fare sempre meglio>. E il direttore scientifico  Botti: <Useremo questi fondi per incentivare la nostra ricerca e quindi portare avanti la lotta contro il cancro, nella traiettoria dell’innovazione>.

CONDIVIDI