“Credo che complessivamente arriveremo a 2800 nuovi assunti nella sanita’, e personale verra’ assegnato anche all’Asl di Caserta. Faremo i concorsi per non fare porcherie clientelari; i primari non cerchino piu’ padrini politici, ma pensino solo alle loro competenze, che saranno considerate. Non ci saranno inoltre aggiramenti delle procedure tramite lavoratori interinali, che poi non si sa da dove vengono e che creano altre situazione di precariato”. Lo ha detto all’ospedale Moscati di Aversa il Governatore Vincenzo De Luca.

“E’ evidente – ha aggiunto – che abbiamo bisogno di personale, negli ultimi cinque abbiamo perduto in Campania, nella sanita’ pubblica, 12 mila dipendenti – ha proseguito – per cui oggi abbiamo qualche affanno, ma se dobbiamo uscire dal commissariamento nessuno immagini di fare quello che vuole. Abbiamo dei vincoli posti dal Ministero dell’Economia e dobbiamo rispettarli, altrimenti resteremo commissariati nei secoli dei secoli. E’ arrivato il momento di diventare una regione normale, perche’ in Campania non c’e’ una cosa normale”.

CONDIVIDI