Perquisita ad Avellino la sede del centro di riabilitazione sanitaria gestito dalle onlus Aias e “Noi con Loro”. I militari della Guardia di Finanza, su iniziativa della procura del capoluogo irpino, hanno visionato e acquisito atti e documenti relativi ai rapporti funzionali e organizzativi tra le due associazioni in riferimento alla gestione delle attivita’ sanitarie. L’iniziativa avviata dal procuratore capo, Rosario Cantelmo, ha preso spunto dalla denuncia della Cgil di Avellino sulla pesante situazione debitoria che il centro avrebbe con istituti previdenziali e fisco e che da mesi impedisce di pagare gli stipendi ai dipendenti delle sedi di Avellino, Calitri e Nusco.

Il procuratore capo Rosario Cantelmo

Un altro aspetto delle indagini, riguarda il presunto mancato accreditamento da parte della Regione Campania che pero’ non avrebbe impedito all’Aias di continuare ad incassare circa sei milioni di euro negli ultimi anni per le prestazioni svolte. Sulla stessa vicenda, i lavoratori hanno chiesto l’intervento del Prefetto di Avellino, Maria Tirone, che ha convocato per venerdi’ prossimo un incontro con azienda, sindacato e funzionari del settore sanita’ della Regione Campania.