“A chi guarda con sufficienza a queste problematiche e fa ironia sull’uso di questa sostanza rispondo da medico, prima che da ministro, ricordando a tutti che le preparazioni a base di cannabis possono essere prescritte solo dal medico e sono utilizzate principalmente nella terapia del dolore, in caso di gravi patologie quali la sclerosi multipla e le lesioni midollari, ma anche nella cura dei tumori per alleviare i sintomi causati dalla chemio e radioterapia”. Così il ministro della Salute, Giulia Grillo, commenta l’ok dell’Olanda all’aumento delle forniture di cannabis medica.

“Negli ultimi mesi – ricorda Grillo – le disponibilità di cannabis a uso medico sono cresciute, venendo dunque incontro alle giuste richieste delle associazioni dei pazienti, anche se restano difficoltà nella distribuzione su cui vanno fatti ulteriori passi avanti. Mi sono impegnata fin dalle prime settimane del mio insediamento a trovare il modo per rispondere con atti concreti alle esigenze delle persone sofferenti, che dall’uso della cannabis terapeutica traggono effettivo sollievo al dolore cronico. Anche per questo sono particolarmente orgogliosa di poter dare una prima risposta ai pazienti, perché sappiamo, lo ripeto, che vi sono ancora disomogeneità nella distribuzione del farmaco e su questo bisogna continuare a lavorare”.

CONDIVIDI