E’ morto Antonio Megalizzi, il giovane reporter italiano colpito alla testa da Cherif Chekatt nell’attacco al mercatino di Natale di Strasburgo. Fonti della Farnesina hanno confermato il decesso del giornalista. Il giorno dell’attentato Megalizzi si trovava a Strasburgo per seguire per Europhonica le sedute plenarie del Parlamento europeo.

La famiglia Megalizzi è originaria di Reggio Calabria ma nel 1990 si è trasferita a Trento, quando Antonio aveva appena 5 mesi. Già durante gli studi all’università di Trento e di Verona il giovane aveva iniziato a lavorare in radio, sia come speaker sia come giornalista. Aveva collaborato per la programmazione della Rai di Trento, il canale radiofonico dell’emittente locale Rttr e ultimamente soprattutto per radio 80 Forever Young di Rovereto.

Conte: “La morte di Megalizzi rattrista, uniti nel dolore” – “E’ una notizia che ci rattrista molto. Un pensiero di grande affetto e molto commosso va alla sua ragazza, ci dobbiamo unire tutti in questo dolore”. Lo ha affermato il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa dopo il Consiglio Ue.

CONDIVIDI