I compagni lo aspettavano stamattina alle 9.30 per la colazione, in vista del match alla Dacia arena contro l’udinese. Ma dalla sua stanza nell’albergo “La’ di Moret” di Udine il capitano della fiorentina Davide Astori non è mai più uscito, stroncato durante la notte da un malore.

“La Fiorentina profondamente sconvolta si trova costretta a comunicare che e’ scomparso il suo capitano Davide Astori, colto da improvviso malore. Per la terribile e delicata situazione,  e soprattutto per rispetto della sua famiglia, si fa appello alla sensibilità di tutti” è il messaggio scelto dalla squadra per ritirarsi nel silenzio dovuto a una perdita inaspettata e dolorosissima. Il cordoglio delle società calcistiche sta scandendo lo scorrere delle ore e il Commissario Straordinario della FIGC, Roberto Fabbricini, d’intesa con il Presidente del CONI, Giovanni Malago’, ha disposto un minuto di raccoglimento in memoria di Davide tra oggi e domani su tutti i campi di calcio dove sono in programma le gare delle rispettive giornate di campionato.

“Mi sembra impossibile. Sono incredulo e piango con la sua famiglia e con tutta la Fiorentina. Ciao Capitano. #Astori”. Lo scrive su Twitter il segretario del Pd Matteo Renzi.

Mentre il presidente del Coni  Giovanni Malagò dichiara: “Sono sconvolto. E’ una notizia che mi ha choccato. Quando questa mattina mi ha chiamato la Fiorentina per raccontarmi l’assurda tragedia che ha colpito Davide Astori, sono rimasto allibito e senza parole”.

E sottolinea: “L’improvvisa scomparsa di Astori deve ancora una volta porre l’accento sulle necessità di controlli fisici assidui e costanti non solo per il calcio professionistico ma nello sport in generale”.

CONDIVIDI