È una vera e propria rivoluzione tecnologica quella avviata dal commissario straordinario dell’Asl Napoli 1 Centro Ciro Verdoliva, che a poche settimane dal proprio insediamento ha messo in rete, tramite un network
dedicato e protetto, i dati di afflusso e gestione dei pazienti dei principali ospedali dell’Azienda Sanitaria.
Replicando un’esperienza già sperimentata con successo, Verdoliva ha dotato i vari pronto soccorso e i reparti di una raccolta dati per l’applicazione di una App che permette il monitoraggio dei principali dati di afflusso
(numero di pazienti distinti per codice, tempi di trattamento, tempi di attesa, pazienti dimessi, pazienti ricoverati, indice di affollamento/congestionamento nonché per ogni pazienti tutte le fasi del percorso in Pronto
Soccorso).
«Grazie a questo sistema – spiega il commissario straordinario Asl – la direzione riceve adesso in tempo realetutti i dati di affluenza e di gestione dei pazienti. Possiamo sapere in qualsiasi momento cosa accade in ciascun
presidio dell’ASL e quindi possiamo intervenire immediatamente in caso di super afflusso o di altri problemi.
In altre parole, possiamo governare le emergenze garantendo così una risposta proattiva ed efficace. Questo è lo strumento principale per il Bed Manager, figura che entro marzo sarà istituita anche per l’intera rete dei
Presidi Ospedalieri dell’ASL».
Il sistema informatico, già in funzione, vede protagonisti il management dell’azienda che, come detto, ha a disposizione tablet sul quale vengono visualizzati tutti i dati necessari alla governance sanitaria. Nelle sale
d’attesa di tutti i pronto soccorso sono in corso le installazioni dei monitor dedicati all’utenza che potrà vedere real time i tempi di attesa.

CONDIVIDI