È stata potenziata «l’offerta dei servizi sanitari ai cittadini napoletani». È quanto fa sapere Mario Forlenza, direttore generale della Asl Napoli 1. Il rafforzamento dell’offerta si è reso necessario a fronte del superamento dei tetti di spesa. «I cittadini non dovranno pagare le visite o gli esami specialistici – spiega Forlenza perché abbiamo potenziato la rete dei servizi, per il mese di giugno, in caso di una eventuale riduzione delle prestazioni da parte dei centri di sanità privata-convenzionata». Il superamento dei tetti di spesa «è riferito a una verifica finanziaria che riguarda esclusivamente le prestazioni erogate dai centri privati accreditati, come, per esempio, i laboratori nei centri radiologia e medicina nucleare». «La problematica – afferma – è stata oggetto di valutazione da parte della Regione per la dovuta attenzione sulle possibili ricadute negative per l’utenza».

CONDIVIDI