Gli asciugamani a getto d’aria usati nei bagni pubblici sono una vera e propria ‘culla’ di batteri pericolosi. Lo ha rivelato uno studio internazionale Leeds General Infirmary pubblicato sul ‘Journal of Hospital Infection’. Questi dispositivi si accendono facendo passare le mani all’interno senza toccare le pareti, ma spesso – ha stabilito la ricerca – le persone non si lavano bene le mani e ciò fa disperdere nell’ambiente diverse tipologie di batteri, come ad esempio l’E. coli. Batteri che possono causare una vasta gamma di patologie tra cui la gastroenterite, la polmonite e la setticemia.

Il rischio di contagio c’è se si tocca per sbaglio la superficie delle macchine. La ricerca ha infatti esaminato i servizi igienici di diversi bagni in ospedali francesi, inglesi e italiani. Ogni giorno per 12 settimane i ricercatori hanno misurato i livelli di contaminazione batterica nelle toilette. Ebbene, quando erano in funzione gli asciugamani a getto d’aria le quantità enterobatteri, E. coli e Staphylococcus aureus, erano più alte. Il suggerimento è di non installare queste macchine all’interno dei bagni degli ospedali per evitare il diffondersi di infezioni in ambienti dove possono esserci pazienti con fragilità.

CONDIVIDI