Mario Caiazzo

La prima chiamata per gli specialisti ambulatoriali che hanno partecipato al concorso per il tanto sospirato trasferimento all’Ospedale del Mare, è stata fissata per venerdì mattina, il 2 febbraio. Una chiamata che chi ha fatto domanda, aspettava da mesi. I posti disponibili sono cinque, mentre le richieste sarebbero, come sempre capita in casi del genere, ben più numerose. I medici che si sono iscritti la bando provengono da diversi ospedali. Alcuni sono contrattualizzati a termine, altri invece hanno deciso di tentare per una diversa scelta professionale e di vita lavorativa. Si tratta di una selezione divisa in tre step e alla fine, accederà a uno dei posti disponibili chi avrà raggiunto il migliore punteggio.

Le richieste sono partite anche dalla struttura sanitaria di via Amerigo Vespucci: sono quattro gli specialisti ambulatoriali di Ortopedia che parteciperanno alla prima prova, quella appunto di venerdì.

Il reparto del Loreto Mare, dunque, ‘offrirà’ – eventualmente – altro personale al nosocomio di Ponticelli. Stando al piano imbastito da mesi, quello che prevede l’apertura del Pronto soccorso all’Ospedale del Mare a giugno, si continua dunque a reclutare camici bianchi e infermieri per farsi trovare pronti col taglio del nastro che avvierà di fatto le attività presso il drappello.

Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca

Tornando invece al Loreto Mare, il reparto di Ortopedia dovrebbe restare al suo posto. Si dovrebbe soltanto passare dalle attuali 22 postazioni per i degenti, alle 8 previste da una sorta di ridimensionamento, annunciato a metà dello scorso mese di dicembre. Nei giorni scorsi, invece, abbiamo assistito all’inizio del trasferimento dei reparti di Neurologia, Neuroradiologia e Neurochirurgia. Destinazione Ponticelli. Nei prossimi giorni il Loreto are dovrebbe perdere anche il reparto di Cardiologia.