Attesissimo, finalmente è arrivato: è l’ok del ministero della Salute al piano ospedaliero della Regione Campania,  che dopo circa un decennio riorganizza la rete sanitaria sul territorio.
L’atto, datato 28 dicembre, già trasmesso ai manager di Asl e ospedali e in attesa di pubblicazione, prevede importanti novità. Ma è soprattutto un passaggio che consente di procedere agli adempimenti, da attuare entro la fine dell’anno, per la stabilizzazione del personale precario, circa 1500 profili tra medici, comparto e amministrativi, titolari di contratti atipici. Sulla scorta di una circolare regionale fatta partire due giorni fa il Pascale, i due policlinici, l’Asl di Salerno, l’Azienda dei colli, la Asl Napoli 2 nord e l’ospedale di Caserta hanno già firmato apposite delibere.

CONDIVIDI