Mario Caiazzo

Tra gli obiettivi dei ladri che agiscono negli ospedali ci sono innanzitutto il contante e i telefonini di ultima generazione, ma spesso non disdegnano di accontentarsi di quanto riescono a racimolare, fossero anche capi di biancheria. E’ quanto capitato a un anziano che era ricoverato presso il reparto di Chirurgia di un nosocomio della zona collinare di Napoli. L’uomo di 72 anni, originario di Portici, si sarebbe sottoposto a un intervento il giorno successivo, ma mentre stava riposando sul letto, è stato avvicinato da una giovane sui vent’anni che recava con sé una borsa alquanto voluminosa.

La ragazza, secondo quanto è stato riferito dal paziente, avrebbe detto di essere la nipote di un altro degente (il nonno) che si trovava in una stanza di fronte a quella dell’anziano.

Gli avrebbe chiesto in prestito un pacchetto di fazzolettini di carta che il 72enne ha detto di tenere all’interno del proprio armadietto. Una volta avuto il permesso da parte dell’uomo, la giovane, badando bene a non farsi scoprire, ha preso dall’armadio non solo il pacchetto di fazzolettini che aveva chiesto, ma anche due scatole in cui erano contenuti altrettanti pigiami comprati pochi giorni prima e le ha fatte scivolare lestamente nella propria borsa. Ha ringraziato l’uomo, salutandolo con cortesia, poi si è letteralmente dileguata. Il 72enne, pochi minuti dopo, ha aperto l’armadio per prendere delle riviste ed ha notato che le scatole con i pigliami non c’erano più. Si è recato immediatamente nella stanza di fronte a caccia della ragazza e del fantomatico nonno, ma con sorpresa si è accorto che i due unici occupanti della camera erano alquanto giovani. Parlando con loro si è reso conto che la donna lo aveva derubato. Ha provato a rintracciarla, ma alla fine della ricerca i risultati sono stati vani. Una volta dimesso dal drappello sanitario, si è dovuto accontentare di depositare una denuncia contro ignoti per il furto subìto.