Mario Forlenza, dg dell'Asl Na 1

Il suo appello Facebook, ieri, ha ottenuto decine di condivisioni e ha risollevato l’ormai annoso problema, di cui si è occupato in più occasioni anche il nostro giornale, degli anestesisti che mancano negli ospedali cittadini. L’architetto napoletano Maria Dolores Peduto soffre di un carcinoma maligno al seno sinistro ed è in attesa di essere operata presso l’ospedale «Incurabili» o, se non sarà possibile, presso il «Pascale».
«Piangevo sconvolta, mi metto in lista ma inutilmente perché siamo in tante, malate di carcinoma maligno al seno, eppure non hanno anestesisti – ha scritto su Facebook la Peduto riportando le notizie apprese dal suo medico –. Come posso non morire? Come posso farmi operare? Come posso sconfiggere il mio nemico, il cancro? Se l’ospedale della terza città più grande di Italia, cioè Napoli non ha anestesisti? Chi può aiutarmi? Come posso salvare me stessa e le donne che sono in lista prima di me? Non voglio e non è giusto scavalcare nessuno, come contrastare la vergogna senza fine di non avere anestesisti perché è estate? Dobbiamo morire in estate? Qualcuno mi dica perfavore cosa fare? Adesso davvero sono disperata».

L’ospedale Incurabili di Napoli

Una situazione tragica che ha portato il dg dell’Asl Na1, Mario Forlenza, a chiarire – pur con tutte le sensibilità del caso – la questione: «In merito alla segnalazione della sig.ra Maria Dolores Peduto essa è comprensibile sotto l’aspetto emozionale ed umano e, tuttavia, dà l’occasione, tenuto conto che fa riferimento a liste di attesa per interventi tumori al seno dovuti alla carenza di anestesisti, di chiarire la reale situazione, e non solo presso presso il P.O. Incurabili».

L’Istituto Pascale

«Va però innanzitutto precisato che la signora Dolores tecnicamente non ha chiesto ancora di essere inserita nella lista di attesa per essere operata (lista preoperatoria presente in tutte le strutture oncologiche ivi comprese quelle fuori Regione). E’ noto che la ASL NA1- e anche tutte le altre ASL della Regione – hanno difficolta’ a reperire medici anestesisti». Per sopperire a tale carenza – continua il Dg Forlenza – «è stato bandito e portato a termine dalla ASL NA1, dopo oltre 15 anni, uno specifico concorso a 21 posti di anestesisti le cui procedure di assunzione dei vincitori del concorso e di ulteriori 12 unita’ per scorrimento graduatoria sono state avviate ma la effettiva presa di servizio degli stessi avverra’ non prima di Settembre».

Tali nuove unità di medici anestesisti saranno destinate secondo le necessità a tutti i plessi ospedalieri della ASL NAPOLI 1 centro proprio perché le attività non d’urgenza, cioè gli interventi programmati, sono fortemente rallentati. Giovedì scorso l’ Azienda ha anche sbloccato la «possibilità del ricorso ad attività aggiuntiva in autoconvenzione in deroga alla normativa di settore ma solo per gli anestesisti».
«Dovremmo vederne – conclude Forlenza – gli effetti in settimana prossima e per tutto il periodo estivo».

CONDIVIDI