Nella Asl di Benevento i medici del 118 sono costretti ad effettuare turni massacranti per non lasciare scoperto il servizio. E’ quanto denuncia il presidente dell’Amet (associazione medici medicina territoriale del 118), Vito Cassa. “Esprimiamo grave preoccupazione – dice il sindacato dei medici – per l’ennesimo episodio che si e’ verificato nella serata di sabato scorso presso il PSAUT 118 di Cerreto Sannita dove, per improvvisa assenza del medico che doveva effettuare il turno notturno, non e’ stato possibile garantire lo smonto al medico del pomeriggio costretto a farsi 18 ore di lavoro di fila. Non e’ la prima volta – continua Cassa – che accadono simili gravi episodi. Da quando il Direttore Generale della Asl di Benevento, Francklin Picker, ha eliminato il servizio di pronta disponibilita’ nel 118 con provvedimento del marzo 2016, duramente contestato da Sindacati, medici e associazioni, si sono verificati ripetuti prolungamenti orari dei medici dell’emergenza costretti ad effettuate 18 e 24 ore di lavoro ininterrotto ne’ sono mancati interventi con ambulanze che hanno prestato servizio senza medico a bordo”.

CONDIVIDI