Di solito i tumori che colpiscono gli adulti e i bambini sono caratterizzati da mutazioni genetiche diverse. Per questo probabilmente i pazienti piccoli e grandi trarrebbero beneficio da terapie diverse. Queste, in estrema sintesi, sono le conclusioni di uno studio condotto da gruppo di ricercatori del St. Jude Children’s Research Hospital di Memphis (Usa), in collaborazione dello Hopp-Children’s Cancer Center a Heidelberg in Germania. I risultati, pubblicati sulla rivista Nature, hanno portato alla creazione di una mappa, oggi la piu’ completa, delle alterazioni genetiche legate ai tumori pediatrici. Questa diversita’ di mutazioni genetiche legate al cancro dell’adulto e dei bambini sottolineato la necessita’ di sviluppare farmaci di precisione per i tumori pediatrici. Gli scienziati hanno valutato sei sottotipi di cancro utilizzando tre diversi approcci di sequenziamento di ultima generazione.

CONDIVIDI