L’alcol e’ la sostanza psicotropa che miete piu’ vittime in termini di dipendenza, rispetto a fumo, droghe sintetiche e cocaina. Rappresenta, infatti, il primo fattore di rischio per la salute in Europa, insieme al fumo e all’ipertensione. Dal 2008 al 2017 ci sono state in Italia 435 mila morti causate dall’alcol, per patologie alcol-correlate, incidenti stradali, incidenti sul lavoro, incidenti domestici, omicidi o suicidi legati allo stato di alterazione psicofisica. E’ questo uno dei dati che emerge dal Rapporto ‘Indagine sull’Alcolismo in Italia. Tre percorsi di ricerca’, derivante dalle attivita’ dell’Osservatorio permanente Eurispes-Enpam su ‘Salute, Previdenza e Legalita”. Si beve ovunque, a qualunque ora, sempre piu’ lontano dai pasti e soprattutto tra le fasce piu’ giovani della popolazione. Oltre sei italiani su dieci mettono l’alcol in relazione alla convivialita’, al relax, al piacere e alla spensieratezza (63,4%), mentre solo un quarto lo associa a concetti negativi, come la fuga dai problemi, la perdita di controllo e il pericolo (25,6%).

CONDIVIDI