Nella cornice dell’Aula Magna dell’Università di Roma La Sapienza il professore Nicola Caporaso ha ricevuto dall’Associazione Italiana Studio del Fegato, il prestigioso premio alla carriera AISF distinguished service award, il riconoscimento che ogni anno viene attribuito ad uno studioso che, con la sua attività,  abbia contribuito in maniera significativa al progresso delle conoscenze scientifiche nel campo delle malattie del fegato.

Il professore Nicola Caporaso è Direttore della UOC di Gastroenterologia ed Epatologia dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II, Direttore della Scuola di Specializzazione in Malattie dell’Apparato Digerente dell’Università Federico II e Vice Presidente della Scuola di Medicina e Chirurgia dell’Ateneo.

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1974, specializzato in Malattie Infettive prima e Gastroenterologia poi, il professore Caporaso ha svolto la sua carriera accademica presso l’Università Federico II di Napoli.

Nella sua attività di ricerca ha fornito importanti contributi originali  alla Epatologia e alla Gastroenterologia (su Scopus ad oggi 210 pubblicazioni). La sua attività di ricerca più rilevante è stata rivolta alla epidemiologia e terapia delle malattie  del fegato  (epatite B , C, D,  steatopepatite).  Importantissimi i suoi studi sui rapporti tra alimenti, fegato ed apparato digerente.

Ha ricoperto ruoli istituzionali rilevanti. Ha guidato, quale Segretario, l’Associazione Italiana Studio del Fegato (AISF) dal 1991 al 1993 e, quale  Presidente, la Società Italiana di Gastroenterologia (SIGE) dal 2008 al 2010.

 

CONDIVIDI