Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Journal of the American College of Cardiology e condotto presso il Peking University First Hospital, i supplementi di acido folico possono ridurre il rischio ictus nei pazienti ad alto rischio.

Gli autori dello studio sono arrivati a queste conclusioni dopo aver reclutato 10789 adulti cinesi ipertesi, età media 59 anni e mezzo, sesso maschile per il 38per cento, senza storia di infarto o ictus.

 

In maniera random questi pazienti sono stati trattati per tenere sotto controllo la loro ipertensione o con 10 mg di enalapril e 0,8 mg di acido folico ogni giorno oppure con soli 10 mg di enalapril. Durante i circa 4 anni di follow up si sono verificati 371 ictus.

Nei pazienti in trattamento con il solo antipertensivo la probabilità di ictus è stata piu’ elevata in caso di piastrine basse, ma alti livelli circolanti di omocisteina.

Nei pazienti ad alto rischio ictus, in ogni caso, la supplementazione con acido folico ha ridotto significativamente il rischio, mentre il rischio non ha subito variazioni con o senza integrazione, nei pazienti a basso rischio.

CONDIVIDI