Una storia scioccante, quella di Elizabeth. Durante i suoi oltre dieci anni come infermiera nel reparto di maternità dell’University Teaching Hospital di Lusaka, nello Zambia, in Africa, ha scambiato nelle culle almeno cinquemila bambini.  «Ho un tumore allo stadio terminale e mi resta poco da vivere, e voglio confessare i miei peccati», ha spiegato Elizabeth allo Zambian Observer. Ecco la scelta di confessare il suo sconvolgente segreto.

“Scambiavo i bebè per divertimento. Poi ho trovato Dio e sono rinata e non voglio più nascondere nulla: nei 12 anni in cui ho lavorato come infermiera ho scambiato nelle loro culle circa 5mila neonati. Ho peccato contro Dio e spero che lui mi possa perdonare. E chiedo anche agli zambiani di perdonarmi per tutto il male che ho fatto a bambini innocenti. Ho provocato il divorzio di alcune coppie che, sebbene fossero fedeli, hanno pensato a un tradimento dopo il test del DNA. Ho fatto allattare a molte madri figli non loro”.

E così, pentita, Elizabeth, ha chiesto alle persone nate nell’ospedale di Lusaka tra il 1983 e il ’95 di verificare la propria identità attraverso test del dna.

CONDIVIDI