Sarà la città di Napoli a ospitare dal 23 al 25 novembre il XIII Congresso Nazionale della Società Italiana per lo Studio della Fibrosi Cistica. Il programma scientifico, realizzato in accordo con il Consiglio Direttivo, prevede un valido aggiornamento su importanti tematiche in sedute plenarie: un modo per sottolineare l’importanza del confronto nelle multidisciplinarietà, che caratterizzano la gestione della Fibrosi Cistica, e della condivisione di aggiornamenti scientifici, grazie anche al contributo di alcune società scientifiche invitate a partecipare al Congresso.

Questa edizione si focalizzerà, in particolare, sulla individuazione di fattori che possono sempre più influire sul miglioramento della qualità e della durata di vita dei malati, dal ruolo dell’alimentazione e di particolari nutrienti nei primi anni fino alla proposta di modelli organizzativi di transizione adeguati all’età adulta, con uno sguardo attento alle novità in tema di trapianto, microbiologia, nuove terapie, supportati dall’entusiasmo dei giovani che per la prima volta si cimentano alla conduzione di una sessione congressuale.

Interverranno dunque ospiti prestigiosi, anche stranieri, nell’augurio che l’incontro con la città e con la sua storia possa coniugarsi con la soddisfazione di un approfondimento nelle  conoscenze , con l’obiettivo che la buona ricerca traslata nella pratica clinica possa migliorare la qualità di vita delle persone affette da questa malattia.

 

 

CONDIVIDI